Torna al Sommario

Nel Febbraio 2019, l’economia mondiale era sull’orlo del precipizio. Lo sosteneva Jack Rasmus ... i grandi capitalisti condividono idee in privato e ascoltano esperti di finanza, politica governativa, tecnologia ed economia. Gli esperti sono specialmente sondati per identificare e spiegare il prossimo evento ‘cigno nero’ o ‘rinoceronte bianco’ prossimo a scoppiare. Nel 2019 il tema era: il rallentamento dell’economia globale, la spaccatura del sistema del commercio internazionale, i crescenti livelli di debito insostenibile dovunque, mercati volatili delle attività finanziarie con bolle che cominciano a sgonfiarsi, crescente instabilità politica e svolta autocratica sia nelle economie avanzate sia in quelle emergenti, accelerazione della disuguaglianza di reddito in tutto il mondo, per citare solo una breve lista.
Alla vigilia della riunione del World Economic Forum, alcuni dei capitalisti più potenti, ricchi e preveggenti, hanno cominciato a sventolare apertamente un drappo rosso riguardo a quella che ritenevano fosse una crisi in arrivo. I mercati finanziari cominciavano a sgonfiarsi già nel 2018, era sempre più chiaro che anche il lato reale dell’economia globale stesse rallentando rapidamente.
Quello che successe dopo è l' Operazione Covid che serve per stabilire il Grande Ripristino Economico e il Nuovo Ordine Mondiale totalitario. Permette inoltre la creazione e l’immissione in circolazione di grandi quantità di moneta, che sostiene le economie, i bilanci pubblici e privati, nel mentre che aumentano il loro indebitamento, quindi il potere su di loro dei prestatori di denaro, consentendo loro di dettare agli Stati la politica economica. La pandemia non aggrava, bensì, in chiave di ingegneria sociale, attenua i problemi di gestione del consenso e di tenuta sociale, pur nell’inasprimento delle diseguaglianze economiche su scala globale, contribuendo alla de-ideologizzazione, e riducendo i cittadini alla dimensione di consumatori, alla canalizzazione del dibattito sociopoliticio, al controllo mediatico, al consolidamento della sovranità globale dei prestatori di denaro anche in relazione alla pianificazione dei modelli di sviluppo.
Marco Della Luna - 2021

 

Se non riesvi a vederlo dal file, guarda il video di Viganò quì:
non stancarti di attendere, sono solo pochi secondi

https://odysee.com/@Detoxedinfo:7/monsignor-Viganò:e

 

Il sito Canadian Report ha pubblicato negli scorsi giorni questa strana lettera, vergata – a quanto scrivono – da un anonimo membro del Partito Liberale canadese. Il politico nordamericano si sente di far trapelare, quanto sta apprendendo nelle commissioni del governo; si tratta di cambiamenti spaventosi di tutta la società, innescati con la salda inerzia dell’emergenza pandemica. Non abbiamo contezza dell’attendibilità del sito. Fughe di notizie
dal Canada
sul grande reset: campi di detenzione
e tabella di marcia.