Non abbiamo cookies, non sappiamo neppure cosa sono.
ritorna Home

elimina
la testata


Aggiornamenti
Settimanali
Iscriviti


Link to lectures

Quì e Ora

Doppio zero

 

Militant-blog


2ª MARCIA MONDIALE
PER LA PACE E LA NONVIOLENZA

Plastica in mare

Femminicidi e disoccupazione giovanile di massa: cosa unisce queste due patologie sociali? C’è una causa che congiunge il matrimonio omosessuale e i confini spalancati alle immigrazioni di massa , i diritti gay con la denatalità e la delocalizzazione dei lavori in Asia? Il suicidio assistito con l’austerità imposta e l’iniquità sociale senza precedenti nella storia, e che nessuno si cura di rettificare?

Per quanto sembri incredibile, questi fenomeni apparentemente disparati hanno una sola causa:il liberalismo. Lo dimostra Alain de Benoist nel suo ultimo saggio, “Critica del Liberalismo – La società non è un mercato” (Arianna Editrice, 286 pagine, 23,5€). Un testo capitale e arma intellettuale necessaria per la polemica filosofica e politica al totalitarismo vigente.


Dopo trent'anni di demolizione mondialista di sovranità e diritti, stiamo finalmente meglio?

Link to action


Tavolo ICP


CCP in Kosovo

Op.Col. da Tuwani

BDS italia.org

Raccogliendo la Pace


Freedom Flotilla





I fondamenti antropologici dell’ideologia
del profitto

di Alain de Benoist
IL TOTALITARISMO LIBERTARIO SPIEGATO BENE
di Maurizio Blondet
La critica dell’ideologia liberale. È il tempo
di pensieri lunghi
e profondi

di Francesco Marotta


Quasi tutto quello che potreste
voler sapere ...

IL CAPITALISMO
E’ OBSOLETO
di Maurizio Blondet

Il magistrale affondo di Keinpfusch
sui Benetton. Tutti i problemi
del capitalismo in una sola lettera.

 

Dopo Joseph Conrad, nessuno scrittore nato al di quà della Manica ha offerto alle lettere inglesi una serie di contributi tanto importante quanto quella prodotta, a partire dall'inizio degli anni '40, da Arthur Koestler. Una delle figure più ricche di creatività e dinamismo intelettuale all'interno del panorama letterario del nostro secolo.
- Bruno Segre -
Introduzione a La Tredicesima Tribù


Questo testo venne scritto quando non

era ancora nota tutta la dimensione dell'Olocausto, ma ciò non toglie che la grande maggioranza degli ebrei sopravissuti, provengano dall'Europa Orientale e siano perciò di origine prevalentemente cazara. I loro antenati sono nativi del Volga, non del Giordano, non di Canaan ma del Caucaso, ritenuto la culla della razza ariana ... dal punto di vista genetico quindi, il termine antisemitismo diventa privo di significato.



Tales
from the climate edge