Cesare Sacchetti

L'aria che si respira nei palazzi del potere e della carta stampata di regime è quella degli ultimi giorni di Pompei