“L’Ue sostiene il principio secondo cui ogni persona è titolare del diritto legittimo, e del suo legittimo esercizio, a protestare con metodi non violenti”.

Raccogliendolapace - 25 Ottobre - Mentre salutiamo la famiglia Tamimi non possiamo fare a meno di notare che la casa è adornata di vecchi candelotti e proiettili già esplosi, utilizzati dai militari per soffocare le proteste.  La madre ci spiega che questo serve ai bambini per esorcizzare la violenza dell’occupazione e vedere in quegli oggetti qualcosa di ormai inerte. Ciò non vuol dire accettare la normalizzazione dell’ occupazione, ma trasformare la paura in coraggio, perché il coraggio è un  mezzo necessario per garantire un futuro ai loro figli.

Parte la raccolta, ulivi nel mirino israeliano

Ad Hebron estremisti portano via il raccolto palestinese. Gli alberi di ulivo principale target di coloni e autorità israeliane: dal 2001 distrutti 550mila ulivi.

Raccolta delle olive, attacchi dei coloni

La lotta per la libertà, l’autodeterminazione e i diritti dei palestinesi nelle loro terre va avanti da oltre un secolo. L’albero di ulivo ne è uno dei simboli.

Le forze di occupazione israeliana disperdono tre manifestazioni pacifiche

Dozens of citizens and int. activists were suffocated in Bil'in weekly march 31-8-2012

Demolizioni e resistenza popolare nonviolenta nelle colline a sud di Hebron

Dozens of citizens and international activists were suffocated in Bil'in weekly march 24 august

On the fourth Friday of Ramadan, dozens of cases of suffocation in the weekly march in Bil'in

Violenza a Nabi Saleh
di Abu Sara
 

Il nostro gruppo parte sotto un sole infernale, scendendo nel canalone tra le due colline. Gli shebab chiamano:  “presto, presto”, effettivamente arriviamo fino alla strada, i soldati non ci hanno fermato con i lacrimogeni.

August is upon us and the Freedom Bus team is busy laying the ground for the Freedom Ride that will take place from September 23 to October 1...

Zakaria Zubeidi

L'Anp annuncia rilascio ex capo delle brigate al Aqsa

di Ika Dano

Sud di Hebron, i villaggi resistono alle espulsioni
di Thayer Hastings
In risposta agli ordini di demolizione per otto villaggi nella “Firing Zone 918” nelle colline a Sud di Hebron, una coalizione di comunità palestinesi sta agendo per vincere le distruzioni.


Issa Slaibi

Issa Slaibi Passed away today july 31st in Jordan. Abu Mohammad was one of the prominent Non-violence activists, defending his people rights especially farmers in Biet Omer.
"TO ALLAH WE BELONG AND TO WHOM IS OUR RETURN"
Youth Against settlements condole his sudden and shocking death and sincerely pray that "ALMIGHTY ALLAH" may rest the departed soul in eternal peace. Indeed it is a great loss for the Palestinian cause, May Allah in his infinite mercy bless his soul with forgiveness and admit him in the eternal bliss of paradise. May Allah also give strength to the bereaved family, friends and us to bear this irreparable, tragic and untimely loss with fortitude "Ameen".

Israeli dissidents 'bear witness' to the occupation
By Brandon Davis

Israeli Dissidents: Notes from a Slippery Slope, edited by Rechavia Berman
Link here: http://kedem.info/dissidents/


Micaela Miranda

Jenin, nuovi appelli per la liberazione di Nabil al Raee
di Silvana Parlagreco

La moglie e compagna di impegno e lavoro, Micaela Miranda, denuncia come una "farsa" il processo contro Nabil che, nel frattempo, attua lo sciopero della fame


Nabil Al-Raee

Zakaria Zubeidi

Comunicato stampa del Freedom Theatre, Jenin, Palestina Occupata

Zakaria Zubeidi, co-fondatore del Freedom Theatre, incarcerato nella prigione di Gerico dall'Autorità palestinese dal 13 maggio scorso, ha avviato uno sciopero della fame poiché gli continuano ad essere negati i diritti sanciti dalla legge palestinese.

Intervista a Micaela Miranda: "Come l'arte può lottare contro le armi"

La storia del Freedom Theatre è una storia di speranza e tragedia. Un'oasi di libertà in un paese che purtroppo non è libero.

Micaela Miranda

Il direttore artistico del Freedom Theatre di Jenin è stato rapito dall'esercito israeliano

Alle 03:15 circa della notte del 6 giugno l'esercito israeliano è entrato nella casa di Nabil Al-Raee, Direttore Artistico del Freedom Theatre, e lo ha portato in una località sconosciuta.

Nabil Al-Raee

June 8th 2012, Weekly demonstrations continue in Bil’in
UE difende il diritto dei palestinesi a manifestare pacificamente contro la colonizzazione di Israele
Our right is to return, and definitely we will
“Friday day of Anger” in support of Palestinian prisoners

Marco, Giorgio, Abdellah e Issa liberi subito, stop illigal detenton
Palestina libera e Israele faccia un passo indietro

Israeli Border Police Violently Attack Palestinians and Int'ls in Hebron
Due italiani arrestati a Hebron saranno espulsi

Bil’in Riafferma Importanza Resistenza Popolare
Cisgiordania, Al Via a Bilin la Settima Conferenza della Lotta Popolare

Juliano Mer Khamis:
Altro Omicidio Senza Colpevoli

Un anno fa l’attore e regista ebreo-palestinese veniva freddato nel campo profughi di Jenin. Da allora poco o nulla si è saputo delle indagini. La sua uccisione resta avvolta nel mistero come quella dell’attivista italiano Vittorio Arrigoni.

Quando mostrare il proprio villaggio è un crimine

Il 13 marzo l'IDF ha impedito ad un gruppo di internazionali di visitare il villaggio di al-Walaja e di vedere il muro.

Decine di feriti nella repressione delle proteste a Bil’in

The Popular Struggle Coordination Committee, is Looking forward to see you in Bili’n -Palestine for the 7th International Conference
10-13 April 2012

Dear Friends
On behalf of The Popular Struggle Coordination Committee & the Bil’in Popular Committee against the Wall and Settlements, it is my honour to invite you to participate in the 7th International Conference for Popular Struggle in Bili’n the 10th – 13th of April 2012. For this reason your participation will be of great significance; as an International Support Committee of Popular Struggle in Palestine will be formed. The program for this year’s conference includes panel discussion, field trips to exposed areas in the West Bank, introductions to coordinators of the popular committees in Palestine and discussions of the current situation.

The main tentative themes of the conference will include
1.       First day in Bil’in (Ramallah) : Opening Experience and updates from the ground Palestinian-Israeli relations; between joint work and normalization
2.       Second day in Hebron (old city):  social media (creative means in popular struggle) Political parties and popular struggle International Solidarity Movement speaking (Global Intifada)
3.       Third Day in Silwan (Jerusalem): Jerusalem BDS Movement
4.       Fourth day in Bil’in : Central demonstration

Israeli soldiers release the hounds on unarmed Palestinian protesters

Bil'in Annual Conference

Please click here for the registration form.
We are eagerly waiting to see all those who could join us at the conference. I am sure that together we can make change happen.

alternativenews.org - Tuesday, 28 February 2012 - Arresti e azioni di resistenza nonviolenta nelle colline a sud di Hebron. La politica di restrizioni, chiusure e demolizioni attuata dall'esercito israeliano, unita ai continui soprusi da parte dei coloni nega di fatto i diritti umani dei palestinesi, impedendo loro di vivere nei propri villaggi, coltivare le proprie terre e pascolare le proprie greggi, ostacolando lo sviluppo delle comunità locali. Ciononostante, le comunità palestinesi delle colline a sud di Hebron sono fortemente impegnate nell'affermare i propri diritti ed a resistere in modo nonviolento all'occupazione israeliana.


Nonviolenza: Strategia per Resistenza Palestinese?
di Marta Fortunato

Nablus village at the center of settler violence
By Charlie Hoyle

Il villaggio di Qaryout: l’essenza dell’apartheid
di Abir Kopty

Dura repressione israeliana della resistenza non-violenta. Ferita al capo una francese

Israeli occupation forces attack the weekly demo of Al-Ma’sara 27-1-2012

Cisgiordania: Nahalin, Villaggio In Pericolo
di Marta Fortunato

top