Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Un video sulla spedizione degli africani in Italia in un peschereccio di Tunisi realizzato da Frontex, Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera; il video è del 22 giugno 2019.

 

Per accedere al video digitare qui Attenzione no You Tube


Si noti che cambiano mezzo di trasporto poco prima di raggiungere la costa italiana, in una barca fatiscente e inutile. Il peschereccio fu preso in custodia nella Lampedusa italiana sulla via del ritorno a Tunisi.


The EU must stop the criminalisation of solidarity with migrants and refugees
Nuove iniziative di mobilitazione della campagna nazionale #ioaccolgo:
APPELLO A GOVERNO E PARLAMENTO

L’economista Bifarini: “Il ricco ‘piatto’ delle rimesse nel mirino della Libra?”

di Marta Moriconi


A chi dice
che le navi umanitarie fanno il gioco di Salvini

Perche’ la Rackete
e Alan Kurdi
non registrano
i migranti, come dovrebbero?

di Guido da Landriano

Testimonianza di Anna Polo

Giornalista e attivista

 

Mentre scrivo la drammatica vicenda dei migranti salvati dalla Sea Watch e rimasti bloccati per quasi due settimane in mare nell’ennesimo, cinico braccio di ferro tra Italia e resto d’Europa non si è ancora conclusa, ma avendola seguita con passione mi sento di sottolinearne alcuni aspetti che vanno al di là della cronaca in continua evoluzione.



TARGETING SOLIDARITY:

Criminalization and harassment
of people defending refugee
and migrant rights
in northern France